Ricerca

Scuola e diabete: cosa sapere e cosa fare

Utente TECH 008

da Tech 008

0

L’Istituto I.T.T. A. Pacinotti ha avuto il piacere di incontrare presso la propria Aula Magna la dottoressa Braione Antonia Francesca, dirigente medico di Endocrinologia c/o Ospedale San Marco di Grottaglie e autrice di numerose pubblicazioni anche internazionali sulle tematiche del Diabete Mellito di tipo 1 e 2, affiancata dall’infermiere specializzato Leonardo Russo. Finalità dell’incontro è stata quella di offrire al personale docente e Ata dell’Istituto un momento formativo – informativo sul sereno inserimento dei ragazzi affetti da diabete di Tipo 1 in ambito scolastico. In particolare si è trattato delle specifiche contingenze legate non solo agli aspetti psicologici ma anche di gestione pratica del diabete, fin anche all’intervento in casi estremi di ipoglicemia o iperglicemia. La conoscenza dunque è posta come arma contro le false conoscenze e i pregiudizi che talvolta minano lo sviluppo affettivo e sociale del ragazzo, innescando atteggiamenti discriminatori e/o di emarginazione oggi non più ammissibili. La scuola è uno dei contesti principali in cui il ragazzo confronta e costruisce il suo sé al di fuori dell’ambiente protetto della famiglia e, ove necessiti di assumere farmaci a scuola, ha diritto a ricevere l’assistenza appropriata, in condizioni di minima medicalizzazione e massima sicurezza. Per questo é doverosa una sinergia di intenti tra lo specialista, lo psicologo, il dietista e, soprattutto, gli insegnanti i quali sono chiamati, sottolinea la Braione, a favorire l’integrazione del diabetico attraverso la conoscenza anche di dispositivi come i sensori e i microinfusori che si utilizzano a supporto di una corretta gestione di questa patologia e della somministrazione di farmaci. La dottoressa ha rassicurato circa i corretti atteggiamenti da avere nelle specifiche situazioni che possono verificarsi nel contesto scolastico, sottolineando l’importanza di un’adeguata formazione da parte di tutto il personale. L’infermiere specializzato Leonardo Russo ha poi esplicitato in termini pratici come somministrare in caso di necessità il nuovo farmaco salvavita Baqsimi, il quale si presenta come uno spray nasale monouso che entra velocemente in circolo anche in caso di perdita di sensi da parte del ragazzo. Il D.S Dott. Vito Giuseppe Leopardo ha concluso l’incontro con l’augurio che questo sia il primo di una serie di momenti di collaborazione sistemica e sinergica tra i vari soggetti istituzionali al fine di gestire al maglio situazioni che possano rappresentare elementi di criticità e garantire un quotidiano quanto più sereno possibile nel contesto scolastico.

Scuola e diabete